L’Accompagnatore di Territorio è una figura professionale nata e riconosciuta a livello provinciale e definita dall’art. 16bis della Legge Provinciale n. 20 del 23 agosto 1993. Attualmente rappresenta il primo grado della professione di Accompagnatore di Media Montagna, e alla quale, come suo collega, compete l’accompagnamento su terreni escursionistici dove non è richiesto l’uso di tecniche ed attrezzature alpinistiche o la progressione su terreni innevati ma con il limite di quota imposto dalla legge di 1.800m s.l.m. (fatte salve i sentieri in deroghe approvate dalla Provincia Autonoma di Trento). 

L’Accompagnatore di Territorio è preparato a divulgare gli aspetti culturali che caratterizzano la montagna, sia naturalistici che antropologici, infatti i sentieri, le aree e le strutture espositive di particolare pregio naturalistico, storico ed etnologico costituiscono il terreno di attività degli Accompagnatori.

La professione di Accompagnatore, in provincia di Trento, si articola in due gradi:

  1. Accompagnatore di Territorio;
  2. Accompagnatore di Media Montagna.

L’esercizio della professione è subordinato all’iscrizione all’Elenco Speciale e l’Accompagnatore di Territorio può esercitare la professione solo nel territorio della provincia di Trento.

La maggior parte degli Accompagnatori del Trentino si è unita formando l’Associazione degli Accompagnatori di Media Montagna del Trentino.

I primi Accompagnatori di Territorio si sono abilitati nel 2008 ma, con il recepimento della figura di Accompagnatore di Media Montagna a livello provinciale, non sono più previsti corsi di formazione per questa figura.

 

 

 

Your browser is out of date. It has security vulnerabilities and may not display all features on this site and other sites.

Please update your browser using one of modern browsers (Google Chrome, Opera, Firefox, IE 10).

X