La qualifica professionale della Guida Alpina-Maestro di Alpinismo è la “vetta” del percorso formativo professionale: questo termine delinea profilo tecnico e prerogative d’una persona che, per la sua conoscenza tecnica ed ambientale e la sua cultura, sa muoversi in piena autonomia e indipendenza nell’ambiente di montagna, a qualsiasi quota, in ogni condizione, in tutte le stagioni. Tutto ciò a vantaggio personale, in primo luogo: ma soprattutto a garanzia di quanti a lui si affidano per essere accompagnati e protetti dai rischi.

La Guida Alpina-Maestro di Alpinismo giunge a questo riconoscimento dopo un lungo e non semplice percorso formativo della durata di diversi anni eda sua volta è in grado, quindi, di trasmettere conoscenza e adottare tutti quegli accorgimenti tecnici e di comportamento indispensabili per una corretta e quindi proficua frequentazione della montagna. La qualifica professionale è riconosciuta nei 21 paesi del mondo che hanno aderito alla U.I.A.G.M. (Unione Internazionale delle Associazioni Guide di Montagna – Union Internationale des Associations des Guides de Montagne), ossia: Italia, Argentina, Bolivia, Canada, Germania, Spagna, Francia, Regno Unito, Grecia, Giappone, Nuova Zelanda, Norvegia, Austria, Perù, Polonia, Svizzera, Slovenia, Slovacchia, Svezia, Repubblica Ceca e gli Stati Uniti d’America.

Il riconoscimento corona l’iter formativo (contrassegnato da complessi passaggi tecnico e teorici) svolto dall’Aspirante Guida Alpina a conclusione d’un ultimo esame con sessioni estive ed invernali, retto dagli Istruttori Nazionali delle Guide Alpine, seguito da un periodo di praticantato per poi frequentare altri corsi ed esami.

Per maggiori informazioni (file PDF 35KB)

 

 

 

Your browser is out of date. It has security vulnerabilities and may not display all features on this site and other sites.

Please update your browser using one of modern browsers (Google Chrome, Opera, Firefox, IE 10).

X